Credito d’imposta

Il calcolo del credito d’imposta al tuo servizio

Credito d’imposta

Dal 2022, con il decreto “anti rincari” (DL n.21/2022) ed il decreto “Aiuti” (DL n.50/2022), è stato introdotto il credito d’imposta per calmierare l’aumento dei costi di energia elettrica e gas naturale innescati dalla guerra russa in Ucraina.

Con il nuovo decreto Bollette 2023, vengono proposte nuovamente delle misure valide per 2° trimestre del 2023, valide quindi fino al 30 giugno prossimo.

Il Credito di Imposta viene riconosciuto alle imprese che, tra gli altri requisiti, hanno rilevato un aumento del prezzo dell’energia elettrica o del gas superiore al 30%.

In particolare per le imprese “non energivore” (dotate cioè di contatori di energia elettrica con potenza disponibile pari o superiore a 16,5 kW ndr.) è riconosciuto un credito d’imposta del 15% della spesa sostenuta per l’acquisto di energia elettrica.

Allo stesso modo, per le imprese “non gasivore” è riconosciuto un credito d’imposta del 25% per l’acquisto di gas per usi diversi da quelli termoelettrici.

Se rientri in una di queste categorie o sei in dubbio e vuoi capire se hai diritto a richiedere il Credito d’Imposta, contattaci subito!

Sei interessato?

Inviaci una richiesta

3 + 5 =