50 litri al giorno gratis per gli utenti disagiati, al via dal 1° luglio 2018 il bonus idrico

Autore: ServiziPerUtenzePubblicato il Data:

A partire dal 1° luglio 2018 sarà possibile, con il ruolo dei Comuni, richiedere il bonus idrico previsto dal DPCM 13 ottobre 2016 e attuato dalla Delibera 227/2018 dell’Autorità per l’Energia e l’Acqua (ARERA). Solamente gli utenti domestici residenti in condizioni di disagio economico sociale (anche quelli dentro un condominio, definiti utenti indiretti) potranno presentare domanda qualora ricadano in queste fattispecie:

  • nucleo familiare con ISEE fino a 8.107,5 euro;
  • ad un nucleo familiare con ISEE non superiore a 20.000 euro nel caso di famiglie con più di tre figli a carico;
  • beneficiari di Carta Acquisti e Carta R.e.I (d.lgs 147/2017 manca ancora il decreto ministeriale attuativo).

Il bonus, di durata annuale, si concede per il tramite di uno sconto sulla bolletta applicato direttamente dal gestore del servizio idrico. Lo sconto è parametrizzato in base ai consumi e ai componenti del nucleo familiare. Difficile dare un valore economico ma in sostanza sono 50 litri al giorno gratis per persona (1 metro cubo = 1000 litri).

Questi i documenti previsti per richiedere il Bonus al Comune o ad un CAF autorizzato:

  • Nome – Cognome
  • Codice fiscale
  • Indirizzo di residenza
  • Numerosità famiglia anagrafica
  • Eventuale attestazione famiglia numerosa
  • Almeno un recapito (telefono o indirizzo di posta elettronica)
  • Numero identificativo ISEE
  • Valore indicatore ISEE
  • Data rilascio ISEE
  • Codice fiscale dei componenti il nucleo ISEE
  • Nominativo gestore idrico
  • Codice fornitura
  • Intestatario del contratto di fornitura idrica se diverso dal richiedente (caso condominio)
  • Indirizzo utenza condominiale se diverso dall’indirizzo di residenza (caso condominio)
  • Sei un operatore del settore Energia?

    Clicca sul pulsante sotto per scaricare gratuitamente il nostro Report mensile con tutti i dati sui costi indispensabili per l’analisi delle fatture e la creazione di offerte!

    Condividi:

Tariffa sociale e bollette dell’acqua

Autore: ServiziPerUtenzePubblicato il Data:

Dopo il provvedimento sulla morosità nel servizio idrico (DPCM del 29 agosto 2016) viene pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il DPCM del 13 ottobre 2016 recante “Tariffa sociale del servizio idrico integrato”.
Il provvedimento, dà il via alla definizione di una nuova tariffa agevolata per i soli utenti domestici residenti che, ipotizziamo, possa valere per un consumo annuo di circa 18,25 metri cubi. Sarà l’Autorità a stabilire la soglia di consumo

La nostra ipotesi si basa sul fatto che il provvedimento stabilisce in 50 litri/abitante/giorno il quantitativo minimo di acqua vitale necessario al soddisfacimento dei bisogni essenziali.

Altro aspetto rilevante sarà l’introduzione del “bonus acqua” per le utenze in condizioni economico-sociali disagiate alla pari di quanto fatto per il “bonus gas e bonus elettrico” si baserà sull’indicatore ISEE e, riteniamo anche in base alla tipologia di nucleo familiare.
Difficile prevedere l’entità di questo nuovo bonus ma sommando i tre bonus (elettrico, gas, acqua) crediamo sia un importo rilevante che potrà dare un’importante contributo alla lotta sulla povertà energetica e a questo punto idrica.

Condividi: